Log in
Aggiornato 13:23, 30-04-2019

Comunicato stampa

È con profonda amarezza che rappresento alle SS.LL. lo stato d’animo che attraversa tutti coloroche lavorano nel mondo della Scuola Siciliana dopo aver ascoltato le parole del Sig. Ministro all’IstruzioneOn.le Bussetti.

Amarezza per aver riscontrato come il Sig. Ministro dell’Istruzione On.le Bussetti individua lemodalità con cui superare il GAP delle scuole del SUD rispetto al resto d’Italia.

Quanto detto dal sig. Ministro, che riporto testualmente per Vs. opportuna conoscenza, Ci vuolel’impegno del Sud, vi dovete impegnare forte. Questo ci vuole. Impegno, lavoro e sacrificio. Impegno, lavoro e sacrificio, non può essere addebitato al personale che opera nel mondo della Scuola Siciliana (collaboratori scolastici, Assistenti Amministrativi, Assistenti Tecnici, Docenti, Personale Educativo, Dirigenti Scolastici, Operatori socio-assistenziali) e che pertanto, in nome e per conto degli iscritti a questa organizzazione sindacale, si ritiene sia IRRICEVIBILE.

L’aver individuato, da parte del Sig. Ministro, nell’Impegno, nel Lavoro e nel Sacrificio i tre elementi che bisogna rafforzare per migliorare la scuola del SUD e, quindi, quella Siciliana, mi trova concorde nella misura in cui tale assunto trovi altri destinatari rispetto ai lavoratori che nella Scuola Siciliana, nonostante tutto e tutti, continuano a lavorare, ad impegnarsi ed a sacrificarsi oltre ogni mezzo.

Poiché le responsabilità dei risultati della Scuola Siciliana vanno ricercate sia tra chi vi operaquotidianamente dall’interno degli edifici scolastici sia tra chi ha la responsabilità delle scelte di natura politica, della distribuzione delle risorse finanziarie ed umane, dell’organizzazione della rete scolastica, dellaconduzione, manutenzione e gestione dell’edilizia scolastica, delle infrastrutture connesse alla rete viaria e diquant’altro possano beneficiare le studentesse e gli studenti Siciliani, BENEFICI che SE NON FRUITI aumentano il GAP con le altre scuole Italiane, ritengo che il messaggio dell’On.le Sig. Ministro debba essere inoltrato ad altro destinatario, non certo ai lavoratori del mondo della scuola e comunque non sicuramente aquanti ho l’onore di rappresentare.

Certo che le SS.LL avranno la possibilità di chiarire con il Sig. Ministro On.le Bussetti quali erano gli intendimenti ed a chi intendeva rivolgersi con il suo pensiero, pensiero che stride fortemente conl’Impegno, il Sacrificio ed il Lavoro che noi tutti Siciliani esercitiamo quotidianamente nelle nostre scuole, si porgono cordiali saluti.

Maurizio Franzò Presidente Regionale ANP-CIDA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sul bottone Cookie Policy.